Home

Editoriale

Dallo Stato costituzionale allo “Stato di paura” per “necessità” e “urgenza”?

di Salvatore Bonfiglio

La concezione identitaria della democrazia costituisce una minaccia per la democrazia liberale fondata sul pluralismo e il dissenso, in quanto essa fa riferimento ad una omogeneità unanimistica del popolo che tende all’eliminazione o all’annientamento dell’eterogeneo.

Federalismo y nacionalismo: una reflexión

di Roberto L. Blanco Valdés

El federalismo es una realidad que se expresa a través de gran diversidad de situaciones. Al igual que los sistemas centralizados, los federales presentan caracteres físicos y políticos notablemente diferentes. Pero, más allá de ello, los Estados federales son plurales, sobre todo, por la forma diferente en que en cada uno se concretan los elementos que definen su naturaleza peculiar.

Saggi

La sicurezza urbana alla luce del modello cooperativo delle inter-governmental relations. Luci ed ombre di un assetto flessibile di competenze

di Luca Dell'Atti

Il processo di ampliamento del concetto di sicurezza sino a ricomprendere beni assai meno istituzionalizzati di quelli classicamente e tradizionalmente relativi alla tutela dell’integrità fisica e della proprietà è ormai risalentemente noto alla letteratura sociologica (Battistelli 2013). Siffatto ampliamento ha impattato – inevitabilmente – anche sulla concezione giuridica di sicurezza.

Abstract

Anticipazioni

di Fulvia Ugolini

La recente adozione di circolari, sia in materia di immigrazione che di contrasto a fenomeni sociali, porta alla luce un sistema di governo attraverso l’utilizzo di fonti non di rango primario che cerca la sua giustificazione e legittimità formale nel richiamo all’urgenza e alla necessità di sicurezza. Vediamo riemergere, quindi, uno strumento che trovava la sua essenza nella necessità di coordinamento e armonizzazione dell’operato tra gli uffici, caratterizzato da un’assenza, o quasi, di pubblicità.

Abstract

Università degli Studi

Dip. di Scienze Politiche

Recensioni

Alessandro Sterpa, "La libertà dalla paura. Una lettura costituzionale della sicurezza", Editoriale Scientifica, Napoli, 2019

di Gabriele Maestri

È ben noto come il concetto di «sicurezza» richiami etimologicamente la mancanza di preoccupazioni (sine cura), tra le quali la paura è certamente l’estrinsecazione più umanamente comprensibile e vissuta, pur nella sua immaterialità. È facile, anche per il costituzionalista,adottare un approccio “topico”, esaminando le singole risposte dell’ordinamento alle emergenze e alle esigenze a queste legate; meno immediato nei tempi che corrono, ma forse ancor più necessario (proprio per quegli stessi tempi, che lasciano poco spazio alla riflessione e all’approfondimento), è riflettere a più ampio raggio, leggendo la sicurezza come condizione e strumento per consentire la realizzazione soggettiva di ciascun individuo.

Il contributo dell’opera  di Gitanjali Nain Gill, "Environmental Justice in India: The National Green Tribunal", al dibattito sul ruolo dei "green...

di Amilcare d'Andrea

Il sistema giuridico indiano, con la sua complessità e le sue istituzioni originali, ha spesso offerto elementi di analisi e spunti di grande rilievo per il diritto comparato. È questo il caso del National Green Tribunal of India (NGT), giurisdizione specializzata in materia di ambiente, istituita nel 2010 e analizzata di recente in un denso volume da Gitanjali Nain Gill, Professor in Law presso la Northumbria University di Newcastle.

NOVITÀ

Banner Premio (senza data)

La Commissione incaricata di valutare gli articoli pervenuti per questa prima edizione del Premio Europeo  ha reso noto il suo giudizio.

Saggi

Quando la difesa è legittima?

di Eleonora Sirena

La legittima difesa è una causa di giustificazione che da tempo immemorabile si trova espressamente riconosciuta nella nostra legislazione penale. Il Codice penale la prevede e la disciplina nell’art. 52, primo comma, secondo il quale: «Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio o altrui contro il pericolo attuale di un’offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all’offesa».

Abstract

Osservatorio sociale

Città globali: Zygmunt Bauman e il destino delle metropoli contemporanee

di Emanuele Rossi

Il tema della città non è certo nuovo nelle riflessioni di Zygmunt Bauman. L’interesse per la metropoli e per le sue continue trasformazioni è centrale in molti dei suoi scritti. Bauman è convinto che la città sia in grado di rivelare in piccola scala la natura, la complessità e le contraddizioni dei fenomeni globali che caratterizzano la modernità liquida.

Abstract

Gli attentati dell’Isis in Europa occidentale. Un’interpretazione sociologica

di Alessandro Orsini

Quest’articolo si propone di spiegare come mai gli attentati dell'Isis si concentrano in Gran Bretagna e in Francia, invece di distribuirsi in modo omogeneo in tutti i Paesi europei. Il che significa rispondere anche alla domanda che sta più a cuore agli italiani e cioè perché l'Isis non abbia mai colpito l’Italia. 

Anticipazioni

di Eleonora Cintioli

Come emerge da un recente studio dell'istituto di ricerche internazionali Archivio Disarmo-IRIAD (2018) che cita fonti delle Nazioni Unite, gli uomini, in particolare giovani, sono i principali perpetratori (oltre che vittime) della violenza che ricorre alle armi da fuoco di piccolo calibro (UNDP).

Abstract